Biesse Carrera 2018: nel ruolo di velocisti si confermano Gozzi e Moro

Nell’attesa dell’inizio ufficiale della stagione, continuiamo a conoscere meglio i nostri atleti.

Oggi abbiamo incontrato Nicolò Gozzi e Stefano Moro, attualmente in ritiro a Castagneto Carducci con il resto del team per la preparazione invernale.

Moro, 20 anni, lombardo e Gozzi, 19 anni, emiliano, hanno in comune la grinta e l’abilità in volata. In Biesse Carrera Gavardo ricoprono da 2 anni il ruolo di velocisti.

Un bilancio della stagione 2017?

Gozzi:  il giudizio complessivamente è positivo, anche se la definirei una stagione un po’ travagliata per quanto mi riguarda. Il momento che ricordo con più felicità sicuramente la vittoria di Stefano nell’ultima corsa, penso sia stato il momento migliore di tutto l’anno, c’eravamo tutti ed è stato molto bello. Il momento peggiore, invece, è stato sicuramente l’incidente che mi ha costretto a riposo per diversi mesi.

Moro: la stagione appena passata la posso considerare buona, ma sinceramente mi aspettavo qualcosa di più. Il momento che ricordo con maggiore felicità è sicuramente la mia unica vittoria ad Acquanegra, mentre il momento più brutto è stato quando non sono riuscito a partecipare alla prova di Coppa del Mondo a Los Angeles a causa di una brutta gastroenterite.

 

 

Quest’anno la Biesse Carrera Gavardo entra a far parte della categoria Continental, hai già notato dei cambiamenti rispetto all’esperienza in Under 23?

Gozzi: Sono sempre stato bene anche l’anno scorso, il team manager Massimo Rabbaglio non ci ha mai fatto mancare nulla. Quest’anno c’è ancora più organizzazione e molto più personale pronto ad ogni evenienza, Massimo ha organizzato un bel Team.

Moro: per ora non ho notato differenze anche perché sono già al terzo anno in Biesse Carrera e so già come lavora lo staff e la serietà dell’organizzazione.

Possiamo svelare che anche l’anno prossimo la bici in uso al team sarà la Carrera Erakle Air. Contento?

Gozzi: molto! La bici fornita è perfetta e non ha alcun difetto, mi sono trovato benissimo perché è rigida in volata e altrettanto manovrabile in tutte le situazioni di gruppo. Davvero un bel telaio la Erakle Air.

Moro: Certo! Mi piace molto la nostra Erakle Air, la trovo molto reattiva, soprattutto nel momento del rilancio dopo una curva. Un aspetto molto importante, di grande aiuto

Nei prossimi giorni sveleremo il fitto calendario di gare in programma per il 2018. Qualche obbiettivo particolare da raggiungere?

Gozzi: non c’è una corsa in particolare che punto, appena salgo in sella e mi preparo alla partenza sono pronto a dare il meglio di me, in qualsiasi gara, che sia una regionale o un’internazionale, ovviamente sempre seguendo le direttive del D.S. Marco Milesi.

Moro: per la prossima stagione il mio obbiettivo sarà riprovare a vincere il Circuito del Porto a Cremona, provincia in cui io sono nato.

2017-12-12T15:47:14+00:00

Scrivi un commento