Organico 2018: tre conferme per la Biesse Carrera Gavardo.

In attesa dell’inizio delle gare e di rivelare il calendario 2018, continuiamo con le mini interviste per conoscere meglio i nostri atleti.

Oggi tocca a Raul Colombo, Federico Orlandi e Michel Piccot.  Tutti e tre vestono la maglia Biesse Carrera Gavardo dal 2016 e sono pronti ad affrontare con noi il passaggio in Continental.

Un bilancio complessivo della tua esperienza in Biesse Carrera Gavardo? Hai notato dei cambiamenti nel corso del tempo, soprattutto ora con il cambio di categoria?

Colombo: questo che sta per iniziare sarà il mio terzo anno in Biesse Carrera ed il quarto nella categoria Under23. Ho un ottimo rapporto con tutto lo staff ed il presidente, ottima intesa con i compagni e, specialmente quest’anno, con il passaggio in continental, la squadra ha acquisito maggior consapevolezza e voglia di fare. Sono veramente felice di farne ancora parte.

Orlandi: il primo anno è stato condizionato dall’esame delle superiori, sono riuscito ad ottenere solamente un piazzamento. L’anno scorso per demerito mio ho buttato via la prima parte di stagione , poi ho cominciato a fare le cose con maggiore professionalità, sono stato utile alla squadra e mi sono tolto qualche soddisfazione personale.
Quest’anno penso di avere la giusta mentalità per provare a fare tutto nel migliore dei modi per tutta la stagione.

Piccot: il bilancio è positivo, ho accumulato molta esperienza partecipando alle gare più importanti del panorama dilettantistico e il passaggio della squadra a livello continental la rende ancora più professionale, permettendo a noi atleti di avere tutto a disposizione per puntare al massimo risultato.

Che effetto ti fa pensare di partecipare a gare PRO? Hai un ciclista famoso di riferimento?

Colombo: mi sento adrenalinico e scalpitante, sono queste le mie sensazioni. Prò l’esperienza mi ha insegnato che tutta questa energia va dosata. So che la mia categoria di riferimento è l’Under23 e i miei maggiori obbiettivi sono focalizzati in quella.
Non ho un vero e proprio ciclista di riferimento, ho apprezzato molto le gesta di Gianni Bugno.

Orlandi: il mio idolo ciclistico è Contador perché voglio prendere spunto dal suo non mollare mai e correre qualsiasi gara sempre al 100%. Pensare di poter correre qualche gara prof, specialmente una di quelle che passa vicino a casa mia, mi stimola molto.

Piccot: mi rende molto orgoglioso perché è un primo punto di arrivo e allo stesso tempo di partenza. Non ho un vero punto di riferimento, personalmente ammiro molto i corridori che portano a compimento la fuga di giornata.

Una gara in particolare che vorresti vincere l’anno prossimo?

Colombo: ora mi sto concentrando principalmente sull’allenamento e non sto pensando ad una gara in particolare, so che il campionato italiano Under23 quest’anno sarà adatto alle mie caratteristiche e di certo arriverò pronto all’appuntamento facendo il massimo per agguantare questa opportunità.

Orlandi: quest’anno cercherò di arrivare al meglio al Giro d’Italia U23 e mi piacerebbe riuscire a giocarmi una tappa.

Piccot: è scontato dire vincere al giro della Valle D’Aosta dato che è la gara di casa, ma allo stesso tempo il Recioto è la gara che mi stuzzica maggiormente.

Come sta andando la preparazione invernale? Su cosa ti stai concentrando principalmente per prepararti all’inizio delle gare?

Colombo: la preparazione fin ad ora non ha avuto intoppi, sta procedendo regolarmente come da programma.
Il 25 gennaio 2018 debutterò tra i professionisti al Trofeo Playa de Palma con l’obbiettivo di ben figurare e di incrementare la mia condizione fisica in vista delle prossime gare.

Orlandi: la preparazione per il momento procede bene, quest’anno mi sto concentrando sul non sbagliare a livello di alimentazione, controllando il peso, e sul fatto di gestire bene gli allenamenti con preparazioni più specifiche per gli obiettivi durante la stagione.

Piccot: in questo periodo effettuo principalmente lavori sul fondo per mettere a punto una buona base per tutta la stagione.

2017-12-21T16:07:06+00:00

Scrivi un commento